Google +1 come il pulsante mi piace

Perché quest’anno nasce Google +1, cioè una specie di mi piace che conosciamo tutti bene su FB?
Il web si è trasformato in un enorme social network dove le persone vogliono sapere quello che fanno gli altri, lo vediamo anche sulla maggior parte dei siti dove la gente ha voglia di interagire.
A questo punto tutti includono l’invenzione di Mark Zuckerberg come alternativa ad una nuova registrazione, proprio per connettersi con lo stesso login un po’ ovunque, basta entrare su qualsiasi quotidiano online oppure sulle commuity di qualsiasi genere per scoprire che si può accedere senza creare un nuovo account e scrivere immediatamente i commenti o suggerire gli articoli agli altri.
Zuckerberg negli ultimi anni si è imposto veramente in modo capillare in tutto il mondo, infatti Twitter resiste ancora nel riuscire a fare una concorrenza più imponente, come ovviamente il primo motore di ricerca al mondo, ma il resto si accontenta di una piccola fetta degli accessi unici e delle pagine viste ogni mese rispetto ai numeri degli utenti fidelizzati ultimamente sui servizi appena citati.
Vi spiego sinteticamente in cosa consiste la novità di Google +1, cioè un pulsante che si vedrà a breve anche nella nostra nazione e che permetterà di dare un voto con quella specie di tasto mi piace di FB.
Quando i nostri amici andranno a fare una ricerca, tra i risultati potranno vedere l’indicazione consigliata da chi conoscono e quindi scegliere di aprire il sito in base ai gusti degli altri.

Sinceramente, se si limita a questo, riesco ad apprezzare la novità che verrà introdotta nei prossimi aggiornamenti, ma se la posizione dei contenuti delle pagine verrà variata in base ai voti dei profili, allora non mi troverò di sicuro più bene a fidarmi, perché la qualità della gente non sempre può essere affidabile se pensiamo ai gusti collettivi che possono influenzare anche in peggio una classificazione che fino ad ora si avvicinava di più alle ricerche migliori.
Ma la società californiana non si è fermata a questo tasto, infatti nel giro di poco tempo ha sviluppato un social network tutto suo che vuole fare una forte concorrenza all’imponente mondo che si è creato a livello planetario. Dunque adesso lo sta perfezionando.
Probabilmente i manager dell’azienda hanno capito che stanno perdendo molto del loro potere e che la strada più sicura per riacquistare la loro forza è da percorrere proprio in questo settore, così ecco che hanno presentato la community di Plus che ci fa venire in mente proprio il servizio di condivisione che vorrebbero superare, magari approfittando anche della situazione di stallo che si sta verificando perché in fondo quasi tutte le persone del mondo hanno fatto almeno una volta nella loro vita una registrazione.
Adesso bisognerà soltanto vedere come andrà quest’idea nel futuro e se sarà un successo oppure un’alternativa scadente che verrà messa nel cestino per essere abbandonata totalmente dopo un fallimento. In passato è già successo con altri progetti.
Al momento, però, sembra che ci sia un interesse crescente anche per via degli addetti ai lavori e dei webmaster che devono dare giustamente l’opportuna attenzione al motore di ricerca che gli porta il maggior numero di accessi per il loro lavoro.
Ma gli utenti normali? Vedremo cosa succederà nel tempo.

Perché Facebook cancella i profili

L’obiettivo dello staff capitanato da Mark Zuckerberg è chiaro e così rispondiamo anche ai giovani ragazzi che vanno a scuola e si chiedono perché Facebook cancella i profili di amici e l’account stesso usato fino al giorno prima non funziona più.
Infatti non è raro andare sulla pagina del login e non riuscire ad accedere, molte volte si pensa anche che sia stata rubata la password, ma in realtà il sistema del social network è diventato sempre più raffinato nella ricerca di chi non ha almeno 13 anni, stando alle ultime dichiarazioni.
A loro è vietata chiaramente, come si può leggere nel regolamento che si trova nei termini che si accettano quando si effettua la registrazione, quindi chi non ha l’età minima richiesta non deve iscriversi, non esiste nemmeno una remota possibilità con il consenso dei genitori attraverso una firma elettronica.

Probabilmente FB vuole proteggere dai pericoli delle persone cattive che ci sono online, oltre a tutelarsi dalle eventuali richieste di risarcimento dei genitori che non vogliono vedere i loro figli sul sito.
Adesso la politica della community in questo senso si è rafforzata, quindi se non trovate più l’account personale, oppure quello degli amici e siete in questa categoria, non chiedetevi perché cancella i profili quando Facebook non funziona, piuttosto dovete attendere con pazienza di raggiungere l’età giusta per poter effettuare la registrazione.

Adesso, però, per concludere sulla notizia che FB elimina 20mila account al giorno di questo genere, mi chiedo come farà a capire chi non ha l’età giusta per stare online?
Non si metterà per caso a controllare le foto una alla volta, non funzionerebbe mai, poi c’è da dire che in base alle dichiarazioni i giovani ragazzi potrebbero mostrare gli anni diversi da quelli reali e anche se si possono fare le segnalazioni, senza un codice fiscale e la carta d’identità, come si può accertare chi ha scritto la verità e chi ha mentito?
A noi sembrano un po’ strane queste notizie e rimaniamo del parere che spesso alcune comunicazioni vengono diffuse soprattutto per prevenire e scoraggiare alcune azioni.

Tramite Badoo scopri che cosa ha detto di te

Avete sicuramente notato quante volte sulla bacheca di Facebook si legge una nota tramite Badoo in cui c’è scritto scopri che cosa ha detto di te uno dei tuoi contatti che ha appena risposto ad una domanda non solo sul tuo conto ma anche su quello di altri suoi amici.
Negli ultimi mesi numerose note vengono pubblicate ogni giorno sui profili con questi link, il motivo è che il gioco degli incontri con il quiz sono entrati tra le applicazioni che in assoluto sono tra le più usate sul social network blu.
Una sorta di rivincita nel settore delle community per la storica chat dove si trova l’anima gemella che in questo momento ha addirittura superato i 60 milioni di utenti che la utilizzano su FB, un numero astronomico che probabilmente la proclama come il passatempo preferito di molti ragazzi che vogliono divertirsi su internet.

Ma come si fanno a leggere i messaggi per sapere cosa hanno detto di me tramite Badoo, cosa significa che qualcuno ha appena risposto ad una domanda che mi riguarda quando apro Facebook e si vede questo link che porta all’applicazione?
Se siete curiosi e avete voglia di divertirvi con il quiz sugli amici e il gioco degli incotri dovrete collegarvi al sito ufficiale che si trova su FB e consentire la richiesta di autorizzazione.
Ovviamente non si rischia niente se non il fatto che poi verranno pubblicate le domande simili in bacheca oltre ai messaggi di stato, le note e i video che riguardano la ricerca di un partner per chi è single e la immagini di chi vuole flirtare dopo aver visto qualche foto del mio album.

Direi che sarebbe simpatico provare questa applicazione che ormai stanno usando quasi tutti, se poi effettivamente non piace più, è sempre possibile cancellarsi e bloccare tutte le informazioni che in futuro non potrà più pubblicare in bacheca autonomamente.

Facebook login, effettua il logout

Passiamo ai consigli utili per chi usa Facebook login in italiano dall’ufficio, spiegando l’importanza di cliccare sul pulsante effettua logout dal pc che si trova sul posto di lavoro per uscire dal social network in assenza temporanea.
Certo, non bisogna dubitare dei colleghi, infatti di sicuro sulla scrivania si lasciano tanti oggetti personali, la fiducia per i documenti privati c’è ed è solida quando si è nella stessa stanza, ma per quanto riguarda la community di FB, qualche dubbio ce l’ho perché in fondo si tratta proprio della natura per cui è stato creato questo sito, ovvero sapere cosa fanno gli altri.
Forse anche per questo motivo gli eventuali occhi indiscreti si sentiranno autorizzati ad entrare dal mio computer lasciato momentaneamente acceso e collegato alla pagina dell’account, soprattutto se avete lasciato il profilo di una bella ragazza con cui stavate parlando e commentavate le foto scattate al mare.
La prima regola, che vale anche come consiglio da rispettare, sarebbe quello di spegnere il monitor in modo da non attirare l’attenzione dei colleghi, magari questo articolo può riferirsi anche agli amici di scuola quando si va su internet nel laboratorio di informatica oppure a casa se si vogliono mantenere alcuni piccoli segreti con i fratelli, le sorelle o le persone che sono venute a trovarci.

Se lo schermo non fa vedere niente perché è spento, molto probabilmente il Facebook login passerà inosservato perché nessuno avrà notato che si stava usando la chat. Inoltre metto in evidenza che in ufficio spesso è bloccato il social network dal server, ma c’è da considerare che per molti settori di lavoro FB è importante perché è da considerarsi un altro potente mezzo di comunicazione per gli stessi affari delle aziende.

Ma per avere maggiore sicurezza di non essere colto dagli altri in profili dove vorresti maggiore privacy, la cosa migliore da fare è quella di cliccare su effettua il logout senza ovviamente aver inserito i propri dati, cioè email e password, per restare collegato, altrimenti basta procedere su accedi per entrare a guardare tutto anche mentre non sei al pc.

Facebook.com le foto degli amici migliori

Non ho più dubbi sul motivo preferito del login degli utenti su Facebook.com italiano dove si vanno a vedere le foto degli amici migliori, soprattutto tra le frasi da scrivere in bacheca, le risposte ai commenti dei contatti del proprio elenco e qualche chiacchierata in chat con le persone che si conoscono.
Dopo questi anni di esperienza sul social network, potrei proprio dire che l’attività preferita quando si accede al profilo della community risulta essere la curiosità delle immagini un po’ in tutti i sensi.
Vediamo, infatti, quanto sono importanti proprio basandoci su quelle che ci sono in evidenza nell’account, compresa la miniatura.
Le belle ragazze sconosciute che ci potrebbero interessare, ad esempio, si contattano se da questa anteprima si riesce a capire che si tratta di donne affascinanti non solo di viso ma anche di fisico, mentre a loro volta non accettano le richieste degli uomini se non hanno la conferma del loro fascino da quella piccola scheda pubblica e non privata.

Un altro luogo in cui si trovano sono le pagine per fan con i loro link simpatici di ogni genere, da quelle d’amore ai pensieri divertenti e originali dove si può cambiare il tema per accontentare tutti, ma il comune denominatore rimane l’importanza delle immagini per completare la bellezza delle frasi.

Ma l’aspetto più importante di un profilo su Facebook.com rimangono sempre gli album con le foto degli amici che devono essere sempre piene di contenuti come vacanze, feste e soprattutto di scatti al mare per generare la giusta curiosità da parte di chi è presente tra i nostri contatti.
Infatti penso proprio che senza questi album il social network avrebbe poco senso e nel nostro paese la community otterrebbe lo stesso successo di Twitter, che anche se ha molti iscritti, qui da noi la sua popolarità è molto ridotta anche per l’assenza della chat che è un altro fattore che mantiene le persone online per molte ore al giorno.